La valle del Bisagno, entroterra verso nord-est di Genova a prima vista sembra una "valle normale" scavata da un torrente. 

Presenta però una moltitudine di archi morenici orientati verso sud-ovest come ho evidenziato in mappa. 

Solamente i sei archi più evidenti sono stati tracciati. Il più piccolo è alto 50 metri il più alto si sviluppa fino a 900 metri di altezza. 

Tutti presentano rotture nel loro settore a sud-ovest, alcune anche multiple.

 

Il masso (errante) ben arrotondato è stato rinvenuto nella zona dove è scritto SASSO. Giaceva, insieme ad altri, in un letto di terra, probabilmente un tempo fango glaciale.

 

La foto panoramica è stata scattata dal punto F verso la direzione ->. Vuole evidenziare la rottura della morena di destra rispetto al percorso della lingua glaciale in discesa. 

 

La montagna che ne risulta nella parte inferiore presenta una forma caratteristica chiamata Tallone.

 

Le due morene che si osservano sullo sfondo sono i due archi in alto a destra sulla mappa.